Personal Vault in Microsoft OneDrive aggiunge un secondo livello di crittografia ai file archiviati nel cloud. Ecco come utilizzarlo per mantenere i tuoi documenti e le tue foto più sensibili al sicuro.

Microsoft ti consente di aggiungere un ulteriore livello di sicurezza dei tuoi documenti sensibili archiviati su OneDrive. La funzionalità Cassaforte personale aggiunge un ulteriore livello di sicurezza avanzata per i documenti archiviati in OneDrive. Su Windows 10 sincronizza i file in una sezione crittografata con BitLocker sul disco rigido. I file vengono crittografati anche mentre sono inattivi in ​​OneDrive e in transito sul dispositivo.

Hai ancora bisogno delle tue credenziali di accesso regolari per accedere a OneDrive, ma la cartella del deposito personale richiede un’autenticazione forte o il secondo passaggio di verifica per accedervi.

Nota: Potresti non vedere ancora questa funzione. All’inizio di quest’anno la società ha annunciato il Funzione Cassaforte personale. Ha iniziato a essere distribuito in regioni limitate il 25 giugnoth. Ma ora sta iniziando a essere distribuito a più utenti. Personal Vault started rolling out in all regions worldwide on September 6, 2019, and is expected to be available to everyone in October 2019, Appunti Seth Patton, dirigente Microsoft.

Utilizzo di Personal Vault in Microsoft OneDrive

Sul Web, accedi al tuo account OneDrive e trova il nuovo Personal Vault e cliccaci sopra. Quindi dovrai accedere al tuo account Microsoft e impostare una seconda modalità di verifica. Per il secondo passaggio puoi utilizzare la tua impronta digitale, il tuo viso con Windows Hello, un PIN o un codice inviato via e-mail o SMS. E sui dispositivi mobili, può essere sbloccato utilizzando il App Microsoft Authenticator.

L’uso della cartella Personal Vault è piuttosto semplice. Funziona come qualsiasi altra cartella che hai in OneDrive. La differenza è il secondo livello di sicurezza. Quando lo apri, troverai alcune istruzioni per usarlo, incluso Suggested files dove OneDrive ti offre un elenco di file in OneDrive che potresti voler aggiungere al Vault. Move files here che ti consente di trascinare e rilasciare semplicemente i file nel Vault. E Scan your files dove puoi usare l’app mobile OneDrive per scansionare direttamente i documenti nel Vault.

Puoi bloccare il tuo deposito personale facendo clic sull’icona Opzioni nell’angolo in alto a destra e seleziona Lock. Lì puoi anche entrare e modificare alcune impostazioni come cambiare il modo in cui accedi a Personal Vault e persino disabilitarlo.

Cassaforte personale in Esplora file su Windows 10

Sul desktop di Windows 10, troverai Personal Vault nella cartella OneDrive in Esplora file.

Per sbloccarlo avrai bisogno della seconda forma di autenticazione che hai impostato in precedenza. Una volta sbloccato, puoi utilizzare i file come faresti normalmente.

Cassaforte personale di OneDrive su dispositivi mobili

Sul tuo iPhone o dispositivo Android, dovrai avere il App OneDrive installato. Ancora una volta, troverai la tua cartella del vault personale in OneDrive. Quindi, utilizzando il telefono, puoi utilizzare il lettore di impronte digitali o un altro metodo di autenticazione a secondo fattore per sbloccarlo e utilizzare i tuoi file. Vale anche la pena notare che richiede la creazione di un PIN oltre all’impronta digitale.

Blocco automatico della cassaforte personale

Tieni presente che il tuo deposito personale si bloccherà automaticamente dopo 20 minuti di inattività sul desktop e dopo tre minuti sul telefono per impostazione predefinita. Ma puoi modificare i tempi di blocco automatico tramite le impostazioni. Puoi anche impostarlo per bloccarsi automaticamente all’uscita.

Conclusione

Nel complesso, questo è un gradito ulteriore livello di sicurezza per i tuoi file archiviati e sincronizzati tramite OneDrive. Se hai esitato a archiviare file sensibili nel cloud, questa è una funzionalità attesa da tempo. Microsoft rileva che tutti i file archiviati in OneDrive e quelli in Personal Vault lo sono encrypted at-rest in the Microsoft cloud and in-transit to your device. Ma per garantire un’ulteriore protezione sui dispositivi mobili si consiglia vivamente di attivare la crittografia locale su iOS o Android. Nel complesso, ciò manterrà i tuoi dati protetti anche se il tuo laptop o telefono viene perso, rubato o qualcuno vi accede.

Rate this post
Previous articleCome utilizzare le app Web progressive (PWA) con Chrome su Windows 10
Next articleCome proteggere il tuo Mac dalle vulnerabilità di Adobe Flash